new

A prima vista, l'industria dei giocattoli può sembrare la più felice delle attività, portando gioia a milioni di bambini (e parecchi adulti) in tutto il mondo. Tuttavia, la scomparsa dei principali rivenditori come Toys R Us rivela un altro aspetto del mercato dei giocattoli: è un settore estremamente competitivo e in rapida evoluzione. Un'analisi SWOT ne evidenzia i punti di forza e di debolezza.

01

Punti di forza dell'industria dei giocattoli

Secondo il Toy Industry Journal, l'industria globale dei giocattoli si è dimostrata "notevolmente resiliente" negli ultimi anni. Il settore si è rapidamente ripreso dalla recessione del 2008-2009 ed è cresciuto fino a diventare un'industria di quasi 100 miliardi di dollari in tutto il mondo. Nella colonna più ci sono questi notevoli punti di forza del settore:

Una base diversificata di produttori e marchi di giocattoli, dalle grandi aziende alle piccole e vivaci startup, garantisce ampie scelte per i consumatori.

Diversi punti vendita includono negozi fisici e rivenditori online.

Una grande capacità per lo sviluppo di nuovi prodotti e innovazioni comprende società di ingegneria e design, operazioni di prototipazione e impianti di produzione su vasta scala.

I produttori e i rivenditori di giocattoli hanno accesso a canali di marketing solidi ed economici a livello locale, regionale e globale. L'intrattenimento per bambini, in particolare, offre una miriade di opportunità di marketing.

SWOT è l'acronimo di punti di forza, debolezza, opportunità e minacce. Un'analisi SWOT è uno strumento standard per esaminare i pro e i contro di una determinata azienda o settore industriale.

Debolezze nel mercato dei giocattoli

Nonostante i suoi punti di forza, l'industria dei giocattoli soffre di alcuni punti deboli significativi, come identificato da varie analisi SWOT:

I nuovi prodotti hanno difficoltà a sfondare in termini di consapevolezza e vendite in un mercato dominato da prodotti esistenti ben noti e popolari.

Tempi di sviluppo lenti e risposte inaspettate dei consumatori creano un ambiente di previsione stimolante. Sia la scorta eccessiva di giocattoli che la mancanza di disponibilità di giocattoli popolari sono un evento comune nel settore. Come riportato dalla BBC, il film di successo Frozen ha colto di sorpresa i produttori di giocattoli, provocando una carenza di giocattoli legati al film popolare.

L'industria ha un'opportunità di vendita concentrata durante le vacanze invernali, il che crea una domanda insolita e complessa per una maggiore capacità di stoccaggio e una forza lavoro maggiore rispetto ad altri periodi dell'anno.

Opportunità in alcune categorie di giocattoli

Una popolazione in crescita e una classe media in espansione in tutto il mondo creano una solida domanda di giocattoli. In particolare, la Cina, che è stata a lungo una fonte per la produzione di giocattoli, è diventata un importante mercato di giocattoli. Alcune opportunità specifiche nel mercato dei giocattoli sono:

I genitori fanno sempre più affidamento sui giocattoli per fornire alternative all '"ossessione per i dispositivi" - la tendenza dei bambini a trascorrere una quantità eccessiva di tempo sui loro telefoni e tablet.

La rapida miniaturizzazione e la riduzione dei costi dell'elettronica consentono ai produttori di introdurre molte nuove funzionalità nei giocattoli.

Nuove capacità di produzione in paesi come il Vietnam stanno emergendo come centri di produzione più convenienti rispetto alla Cina, dove i costi sono aumentati.

Minacce all'industria dei giocattoli

Due delle principali minacce per il settore sono state rilevate in diverse analisi SWOT:

La prima minaccia deriva dalle preoccupazioni ambientali. I consumatori sono sempre più consapevoli dei costi ambientali del consumo eccessivo di plastica e dei rifiuti. Se questo contraccolpo si solidificherà ulteriormente, i produttori di giocattoli dovranno affrontare scelte difficili, poiché oltre il 90% dei giocattoli sono attualmente realizzati, in tutto o in parte, dalla plastica. Le preoccupazioni ambientali influenzeranno anche l'imballaggio dei giocattoli.

In secondo luogo, l'industria dei giocattoli è ancora fortemente dipendente dai produttori in Cina e ha localizzato solo lentamente la produzione in altre aree del mondo. Tuttavia, la capacità cinese è stata interrotta dalle relazioni tese tra gli Stati Uniti e la Cina, con conseguenti tariffe e altre restrizioni commerciali che possono complicare gli affari. Oltre all'aumento dei costi di produzione in Cina, l'eccessiva dipendenza da questo paese rappresenta una sfida per l'industria in generale.

 

Di Christopher Raines


Tempo post: Jan-18-2021